Movimentazione materiali in ambiente marino o in zone ad esso contigue

Livorno – Autorità Portuale di Marina Carrara

La caratterizzazione dell’area marina di competenza dell’Autorità Portuale di Marina di Carrara prospiciente il sito di interesse nazionale di Massa e Carrara.

news_AP_marinacarrara02

Riferimenti Normativi

Legge 9 dicembre 1998, n. 426
“Nuovi interventi in campo ambientale”
Art. 1 – Interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti inquinati
(Individuazione del sito di interesse nazionale di Massa e Carrara)

Decreto 18 settembre 2001, n. 468 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio
“Programma nazionale di bonifica e ripristino ambientale”

Decreto 21 dicembre 1999
del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio
“Perimetrazione del sito di interesse nazionale di Massa e Carrara”

La Direzione Qualità della Vita del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio ha istituito una apposita Conferenza di Servizi, ai sensi della L. 241/1990 e s.m.i., sul sito di interesse nazionale di Massa e Carrara

Il Piano di Caratterizzazione dell’ICRAM

Il D.M. 18 settembre 2001, n. 468 affida a ICRAM la caratterizzazione e gli interventi sulle aree marine perimetrate
Il Piano di Caratterizzazione dell’ICRAM (CII-Pr-TO-MC-02.05 Ottobre 2004) sostituisce il precedente “Progetto preliminare di caratterizzazione dell’area marino costiera prospiciente il sito di interesse nazionale di Massa e Carrara” (CII-Pr-TO-MC-01.03 Febbraio 2002)
Il documento (CII-Pr-TO-MC-01.03 Febbraio 2002) è stato discusso nella Conferenza di Servizi “istruttoria”del 17/12/2002 e approvato con prescrizioni dalla Conferenza di Servizi “decisoria” del 23/12/2002

Il Piano di Caratterizzazione dell’ICRAM (CII-Pr-TO-MC-02.05 Ottobre 2004)
è aggiornato con le recenti strategie di caratterizzazione adottate negli altri siti di interesse nazionale e ottempera alle seguenti prescrizioni sancite dalla Conferenza dei Servizi del 23/12/2002:

  1. • il 30% previsto di punti d’indagine su cui procedere ad accertamento analitico
    deve essere concentrato nelle aree di sbocco a mare del torrente Lavello e del
    fiume Frigido, con particolare riferimento a quest’ultimo sopratutto in
    considerazione della direzione prevalente delle correnti marine;
  2. • la zona d’indagine deve essere estesa anche all’area ubicata a sud della
    foce del fiume Frigido.
    Il Piano di Caratterizzazione dell’ICRAM (CII-Pr-TO-MC-02.05 Ottobre 2004)
    è stato discusso nella Conferenza di Servizi “istruttoria” del 12/10/2004
    ed è stato approvato nella Conferenza di Servizi “decisoria” del 09/11/2004

L’area perimetrata come sito di bonifica di interesse nazionale di Massa e Carrara (D.M. 21 dicembre 1999) ricade all’interno dei Comuni di Massa e di Carrara.
L’area marina perimetrata, ampia complessivamente 1.902 ettari, è delimitata a nord da Marina di Carrara e a sud da Marina di Massa, si spinge al largo per circa 3 km ed include l’area marina antistante la zona industriale e il porto.
L’area interessata dalle Piano di Caratterizzazione dell’ICRAM è stata estesa a sud oltre il limite della perimetrazione a mare, in considerazione dell’esplicita prescrizione formulata dalla Conferenza di Servizi “decisoria” del 23/12/2002:
“la zona d’indagine deve essere estesa anche all’area ubicata a sud della foce del fiume Frigido”.
Il Piano prevede un campionamento con maglia di 150 x 150 m nonché il prelievo di carote aventi una lunghezza minima di 2 m e un diametro di 10 cm.

..Continua a leggere.. scarica qui il documento in PDF

Comments are closed.